Unterwegs

In cammino

Nell’angolo del verde che concerta

Posted by Anna Maria Curci su aprile 5, 2020

Nell’angolo del verde che concerta

 

Nell’angolo del verde che concerta
ulivo cycas susino su trapunta
di pratoline e veroniche discrete

proseguono le prove silenziose
di un tripudio che tarda a venire
sinfonia di un incanto distante

ha due temi e più note in contrasto
senza termine e data è l’orrore
senza termine e data è l’amore

Anna Maria Curci
5 aprile 2020

Posted in Anna Maria Curci, musica, Poesia | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

ἐδάκρυσεν

Posted by Anna Maria Curci su marzo 29, 2020

Jacques-Joseph Tissot, detto James, Jésus pleura

 

ἐδάκρυσεν, scrive Giovanni,
non scoppiò, scese il pianto in silenzio

ἐδάκρυσεν, scrive Giovanni,
una piena di acqua e di sale

ἐδάκρυσεν, scrive Giovanni,
marea di partenze non piante

 

Anna Maria Curci
29 marzo 2020

Posted in Anna Maria Curci, memoria, Poesia | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Haiku tra Jena e Weimar

Posted by Anna Maria Curci su marzo 27, 2020

Nel 2009, nei primi giorni di agosto, partecipai alla IDT – Internationale Deutschlehrertagung, a Jena. Esperienza umana e professionale che ho nel cuore.  Quell’andirivieni tra Jena e Weimar, poco più di venti chilometri di distanza e un universo di letture e immagini, che come insegnante di tedesco e innamorata della letteratura e dell’arte ripercorro costantemente con la mente e nell’attività pedagogica, ha lasciato una traccia profonda nella mia coscienza. In questi giorni l’invio di foto da parte di una cara amica e collega mi riporta alla mente quei giorni.

Haiku tra Jena e Weimar

Il giardino della casa di Goethe a Weimar – IDT 2009

I

In foto a Weimar
nel giardino di Goethe
finestre e fiori.

 

 

 

 

 

 

 

Jena, IDT 2009: Festa per le scuole PASCH

 

II

Quei palloncini
pronti a spiccare il volo
tra sogni e terra.

 

 

 

 

Weimar, Goethehaus am Frauenplan

 

III

Per abbracciare
le storie e le dimore
fa’ un passo indietro.

 

 

 

 

 

Anna Maria Curci

16-27 marzo 2020

Posted in Anna Maria Curci, Arte, haiku, letteratura, memoria | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Considerazioni su Malina/Malvina

Posted by Anna Maria Curci su marzo 15, 2020

Imbatti. Tre: Malina

La terza fu la volta di Malina.
Nelle cocche portava del grembiule
una scorta di ortiche, unico scampo
suo alla torre di fame settennale.

Sul dorso aveva appesa una lanterna.
«Faccio luce, esordì, a chi ha per bussola
il sembiante eppur pretende di distinguere
il vero. Anche l’amato volli aiutare e ancora

s’avverte il tocco a vuoto degli indizi sparsi
mai raccolti. Muto l’accento a volte, mi trasformo
in pedone, nascondo la lanterna sotto il manto,
dalla scacchiera ammicco placida in incognito.

Anna Maria Curci
7 aprile 2010

Poi nella sezione Imbatti: incontri veramente fortuiti? in Inciampi e marcapiano, LietoColle 2011

Ripercorro questi versi di dieci anni fa e mi chiedo se questo tempo che viviamo sia davvero un tempo sospeso, un tempo in apnea. Davvero vogliamo liquidarlo con formule di rito, tanto sbrigative quanto frettolose di liquidare, di archiviare, di scansare?

Come nella fiaba di Malvina/Malina può capitare di non essere riconosciuti, ma se ognuno di noi aspetta di specchiarsi nell’io smarrito dell’altro per riconoscersi, se ciascuno di noi è contemporaneamente Malvina, l’amata trasfigurata e resa irriconoscibile dagli stenti e dalle lunghe prove, e il principe, accecato dall’abbaglio del superficiale, allora chi o che cosa spezzerà l’incantesimo?

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Anna Maria Curci, Inciampi e marcapiano, Poesia, Stolpersteine und Gurtgesimse | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »

Tra assassini e folli

Posted by Anna Maria Curci su marzo 1, 2020

Roberto Matarazzo, Ex libris per “Nuove nomenclature”

 

Tra assassini e folli*

 

Così vagava tra assassini e folli
chiedendo a ognuno della vocazione.
Sui sassi della colpa incespicava
punte aguzze di lingua – ch’è castigo.

 

Unter Mördern und Irren*

 

So irrte sie unter Mördern und Irren
und fragte jeden nach seiner Berufung.
Sie stolperte dabei über Steine der Schuld
die zugespitzte Sprache – und die ist Strafe.

 

Anna Maria Curci
29 febbraio 2020

 

* Titolo di un racconto di Ingeborg Bachmann

Posted in Anna Maria Curci, Ingeborg Bachmann, Poesia, poesia in due lingue, Roberto Matarazzo | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

scava fruga sprofonda

Posted by Anna Maria Curci su febbraio 23, 2020

O. Kokoschka, Gstaad, 1967-1968, olio su tela*

 

«poi che alla poesia non c’è rimedio
e chi ce l’ha se la gratta come rogna
»

Jolanda Insana, 1988

 

 

scava fruga
sprofonda nella piaga
cava un ragno
(non buca, ma tesse)

fiotto da crosta
rosso vivo da bruno

sfrangia l’assillo
l’aurora in medio cielo

 

Anna Maria Curci
20-23 febbraio 2020

 

*foto dal catalogo della mostra Oskar Kokoschka 1886-1980, Roma, Palazzo Venezia, novembre 1981-febbraio 1982, p. 98

Posted in Anna Maria Curci, Arte, Poesia | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Di luce che scolora

Posted by Anna Maria Curci su gennaio 2, 2020

 

Di luce che scolora

 

Di luce che scolora
che libera e cattura.

Lungo la strada s’apre
replica alla tristezza.

Lo stupore in agguato
la vince sull’affanno.

 

Anna Maria Curci
2 gennaio 2020

Posted in Anna Maria Curci, Poesia | Contrassegnato da tag: , , | 4 Comments »

Vigilia

Posted by Anna Maria Curci su dicembre 24, 2019

Vigilia

 

Destinati a morire domandiamo un prodigio
W.H.Auden, For the Time Being: A Christmas Oratorio

 

Trema e chiede
spaurita insistente
volontà di respiro
nutrimento parvenza.

Mentre il vento la spoglia
scopre carne dall’oltre.

Il suo nome balbetta
atterrata si inchina
volge il dorso e prosegue
grida scandalo cieca.

Sente voci o le ignora.
Tu che leggi ora scegli.

 

Anna Maria Curci
24 dicembre 2019

Posted in Anna Maria Curci, Poesia | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Controvento è il patire

Posted by Anna Maria Curci su dicembre 21, 2019

Emil Nolde, Sturm (1906)

Controvento è il patire

Nelle opere e i giorni
di robusta incertezza
batte il tempo il sentore.
Controvento è il patire.

 

Anna Maria Curci
21 dicembre 2019

Posted in Anna Maria Curci, Poesia | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Labrene, leggendo Landolfi

Posted by Anna Maria Curci su dicembre 7, 2019

 

Labrene, leggendo Landolfi

Le ho viste scorrazzare su quei volti
rinnegate e solerti, le labrene.
Quando anche muraiole introdurranno
si dirà: non è attacco, è un’infiorata.

 

Anna Maria Curci
7 dicembre 2019

Posted in Anna Maria Curci, Elfsilber, Poesia | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »