Unterwegs

In cammino

Posts Tagged ‘musica’

Il suono del sorriso

Posted by Anna Maria Curci su settembre 13, 2021

Il suono del sorriso 

a Ezio Bosso

 

Sempre insegni
maestro
il suono del sorriso

tra le immagini oscure
e le nette è una voce
graveacuta che vola
vibra pizzica trilla

quando esplode la luce
e risana parole
archi fiati e memoria
e si appoggia il dolore
a un allegro che sale

 

Anna Maria Curci
15 maggio 2020

(ascoltando il secondo movimento della settima di Beethoven diretta da Ezio Bosso)

Pubblicata oggi, 13 settembre 2021, a 50 anni dalla nascita di Ezio Bosso

Posted in Anna Maria Curci, Anniversari, musica, Poesia | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Nell’angolo del verde che concerta

Posted by Anna Maria Curci su aprile 5, 2020

Nell’angolo del verde che concerta

 

Nell’angolo del verde che concerta
ulivo cycas susino su trapunta
di pratoline e veroniche discrete

proseguono le prove silenziose
di un tripudio che tarda a venire
sinfonia di un incanto distante

ha due temi e più note in contrasto
senza termine e data è l’orrore
senza termine e data è l’amore

Anna Maria Curci
5 aprile 2020

Posted in Anna Maria Curci, musica, Poesia | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Clemens Brentano, Canto notturno della filatrice

Posted by Anna Maria Curci su settembre 9, 2018

Canto notturno della filatrice

Forse tanti anni orsono
Cantava l’usignolo,
Era dolce quel suono,
Quando insieme eravamo.

Io canto e non so piangere,
E filo così sola
Il filo chiaro e puro,
Finché splende la luna.

Quando stavamo insieme,
Cantava l’usignolo,
Ricorda ora a me il suo suono,
Che via da me sei andato.

A ogni brillar di luna,
A te penso soltanto,
Il cuore mio è chiaro e puro,
Che Dio voglia riunirci.

Da che via da me sei andato,
Senza sosta canta l’usignolo,
Penso, ascoltando il suo suono,
A quando insieme eravamo.

Che Dio voglia riunirci,
Qui filo così sola,
Splende la luna chiara e pura,
Io canto e vorrei piangere!

 

Clemens Brentano, nato il 9 settembre 1778
(traduzione di Anna Maria Curci)

 

Der Spinnerin Nachtlied

Es sang vor langen Jahren
Wohl auch die Nachtigall,
Das war wohl süßer Schall,
Da wir zusammen waren.

Ich sing und kann nicht weinen,
Und spinne so allein
Den Faden klar und rein,
So lang der Mond wird scheinen.

Da wir zusammen waren,
Da sang die Nachtigall,
Nun mahnet mich ihr Schall,
Daß du von mir gefahren.

So oft der Mond mag scheinen,
Gedenk ich dein allein,
Mein Herz ist klar und rein,
Gott wolle uns vereinen.

Seit du von mir gefahren,
Singt stets die Nachtigall,
Ich denk bei ihrem Schall,
Wie wir zusammen waren.

Gott wolle uns vereinen,
Hier spinn ich so allein,
Der Mond scheint klar und rein,
Ich sing und möchte weinen!

Posted in Anna Maria Curci, Anniversari, Lieder, Poesia, Tradurre poesia, Traduzioni | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 1 Comment »

Giungo da un sogno altrui

Posted by Anna Maria Curci su dicembre 8, 2016

kirschbluete

Giungo da un sogno altrui

A mio padre e mia madre

Inseguo ancora, sai,
vostri sguardi e pensieri
e Madame Butterfly
che cantaste, leggeri.

Un fiore di ciliegio
è la risposta, forse.
Taciuto a lungo il fregio
all’enigma, alle corse.

Anna Maria Curci
8 dicembre 2016

Posted in Anna Maria Curci, Poesia | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 1 Comment »

Primo maggio con Jaco

Posted by Anna Maria Curci su Maggio 1, 2015

Pastorius_klein

Cum-sorte, mio Quijote,
ha scovato un Pastorius
d’annata. Lui sovverte
da sempre, concerto speciale.

In questo immusonito primo maggio
rinasce dal basso la speranza.

 

 

Anna Maria Curci
1° maggio 2015

 

Posted in Anna Maria Curci, Poesia | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Selbstbildnis

Posted by Anna Maria Curci su luglio 22, 2013

Luigi Simonetta, Poetessa che declama

Luigi Simonetta, Poetessa che declama

Selbstbildnis

Abbi pazienza – ma Roma
è una grande farsa ininterrotta
(ed è un bene poter girare mascherati)

Cristina Campo a Leone Traverso, 29 maggio 1963

La mistica in mimetica imita
goffa e rauca le insidie della voce
di Stan Ridgway quando canta “Camouflage”.

Dalla giungla alla cripta la maschera
solo in fetore attesta mutazione,
giace tra ortiche il velo di beghina.

Anna Maria Curci

Posted in Anna Maria Curci, Luigi Simonetta, Poesia | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »