Unterwegs

In cammino

Invocazione all’Orsa Maggiore

Posted by Anna Maria Curci su febbraio 14, 2010

Invocazione all’Orsa Maggiore

Orsa Maggiore, vieni giù, notte arruffata,
animale dal pelo di nubi con gli occhi antichi,
occhi di stelle,
dal groviglio luccicanti irrompono
le tue zampe con gli artigli,
artigli di stelle,
vigili le greggi custodiamo,
ma preda siamo del tuo incanto, e diffidiamo
dei tuoi lombi stanchi e dei tuoi denti
aguzzi, che a metà scopri,
vecchia Orsa.

Una pigna: il vostro mondo.
Voi: le scaglie intorno.
Io lo spingo, lo rotolo
dagli abeti in principio
agli abeti alla fine,
gli soffio sopra, gli guardo in bocca
e l’afferro con le zampe.

Abbiate timore oppure non ne abbiate!
Versate l’obolo nel bussolotto
e date al cieco una buona parola,
perché tenga l’Orsa ben stretta al guinzaglio.
E insaporite bene gli agnelli.

Potrebbe darsi che quest’Orsa
si liberi dal guinzaglio, non minacci più
e dia la caccia a tutte le pigne cadute
dagli abeti; a quelle grosse, alate,
che precipitano dal Paradiso.

Ingeborg Bachmann
(traduzione di Anna Maria Curci)

Anrufung des Großen Bären

Großer Bär, komm herab, zottige Nacht,
Wolkenpelztier mit den alten Augen,
Sternenaugen,
durch das Dickicht brechen schimmernd
deine Pfoten mit den Krallen,
Sternenkrallen,
wachsam halten wir die Herden,
doch gebannt von dir, und mißtrauen
deinen müden Flanken und den scharfen
halbentblößten Zähnen,
alter Bär.

Ein Zapfen: eure Welt.
Ihr: die Schuppen dran.
Ich treib sie, roll sie
von den Tannen im Anfang
zu den Tannen am Ende,
schnaub sie an, prüf sie im Maul
und pack zu mit den Tatzen.

Fürchtet euch oder fürchtet euch nicht!
Zahlt in den Klingelbeutel und gebt
dem blinden Mann ein gutes Wort,
daß er den Bären an der Leine hält.
Und würzt die Lämmer gut.

‘s könnt sein, daß dieser Bär
sich losreißt, nicht mehr droht
und alle Zapfen jagt, die von den Tannen
gefallen sind, den großen, geflügelten,
die aus dem Paradies stürzen.

Ingeborg Bachmann

Nell’audio, è Ingeborg Bachmann a leggere i suoi versi.

Annunci

5 Risposte to “Invocazione all’Orsa Maggiore”

  1. […] Anrufung des Großen Bären […]

  2. fernirosso said

    come si può rimanere indifferenti.La sonorità in lingua originale sembra elaborare e annodare piccole esplosioni, o rimbalzi di una biglia che di tanto in tanto raggiunge anche la superficie di un’acqua particolare, dove nulla affonda ma anzi, rimargina anche ciò che sembrava graffiato dal colpo di un balzo, o di un coltello andato a fondo fino al legno. Nella traduzione è il senso invece che si assesta contro chi legge attraverso una metafora che crea una analogia chiara tra il potere è l’orsa, il guinzaglio e il suo artiglio, il fatto che tutto è, in essere, e per questo più temibile-fernanda f.

  3. fernirosso said

    io a te,credimi.grazie.f

  4. […] Anrufung des Großen Bären […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: